370 3655374 info@clinicaireos.com Lun - Ven: 10.00 - 20.00

mercoledì 30.12.2020

Lingua Bianca: da cosa dipende e come curarla

lingua bianca cause e sintomi

Tante volte abbiamo detto che un bel sorriso è il primo biglietto da visita che ci consente ci relazionare con altri e creare rapporti e legami duraturi. Per questo motivo, e non solo, consigliamo sempre di prenderci estrema cura dei nostri denti; non dobbiamo però dimenticare che la salute del cavo orale è spesso specchio della salute generale dell’organismo.

In quest’ottica una lingua che cambia di colore e che dal normale colore rosa vira al pallido può essere una spia che indica malattie o una condizione di stress per l’intero organismo.

Per “lingua bianca” si intende una condizione dove la lingua si ricopre di una patina biancastra o cambia di colore assumendo una colorazione più pallida del normale.

Questa condizione, alla quale ciascuno di noi dovrebbe prestare particolare attenzione, potrebbe essere indice di condizioni transitorie quali stress o cambi di stagione, ma anche di condizioni patologiche quali reflusso gastro-esofageo, disturbi gastro intestinali o indigestione, oltre un’altra ampia varietà di condizioni che necessiterebbe di approfondimenti medici.

Lingua bianca, da cosa dipende?

La nostra lingua normalmente è rivestita da una serie di estroflessioni di piccole dimensione, detti villi, con funzione sensitiva.

Questi villi, che normalmente si presentano di piccola dimensione e non compromettono l’aspetto tipicamente rosato della lingua, in presenza di particolari condizioni possono aumentare di dimensione facendo assumere alla nostra lingua un aspetto più pallido del normale.

Le condizioni che generalmente sono dovute ad una crescita anomala dei villi linguali sono ad esempio la disidratazione che tipicamente in estate è possibile osservare in molti soggetti, ma anche condizioni diverse quali fumo o la bocca secca (detta in gergo tecnico “xerostomia”) causata dall’assunzione di particolari classi di farmaci (antibiotici) possono contribuire all’aumento di dimensione dei villi linguali.

Ricordiamo però che non bisogna incolpare la lingua bianca per un’eventuale alitosi presente: l’alitosi infatti è spesso dovuta a problematiche gastro intestinali o a problemi digestivi. Inutile dunque in caso di alitosi concentrarsi sulla pulizia della lingua, sarebbe meglio contattare un medico per verificare la presenza di problemi digestivi o intolleranze alimentari.

Lingua bianca: come curarla e come prevenirla

La prima cosa da fare in caso di lingua bianca è quella di contattare il proprio medico o il proprio dentista di fiducia per individuare le cause che hanno portato all’insorgere della patologia.

Solo conoscendo le cause che hanno prodotto il cambiamento del colore della lingua infatti potremmo trattare con successo questa noiosa problematica e potremmo correggere le eventuali abitudini errate che hanno portato la lingua al cambiamento cromatico.

Spesso una semplice supplementazione di vitamina A è sufficiente a regolarizzare la crescita dei villi linguali determinando in rapido tempo una ripresa del normale colorito rosato.

Quando però la condizione della lingua bianca è dovuta alla presenza di un patogeno orale sarà necessario ricorrere all’uso di farmaci antimicotici.

La presenza del cosiddetto mughetto orale è infatti una condizione abbastanza frequente soprattutto in alcune fasce di età (è frequente soprattutto nei bambini e negli anziani) e si manifesta con la presenza di tipiche placche bianche che si associano ad una sensazione di bruciore diffuso.

Il mughetto più nello specifico è dovuto da un’infezione dovuto ad un patogeno orale detto “candida albicans” che può svilupparsi soprattutto quando si intraprendono lunghe terapie antibiotiche, quando si ha un abbassamento delle difese immunitarie o quando si hanno carenze di ferro e vitamina B.

➡ Vuoi approfondire: Il mughetto: cause, sintomi e cure

Un’altra causa frequente della comparsa di lingua bianca può essere dovuta alla presenza della cosiddetta leucoplachia.In questa condizione patologica si ha lo sviluppo di una lesione che può colpire indistintamente la superficie della lingua piuttosto che un’altra zona.

La lesione è spesso dovuta all’abuso di sostanze nocive per l’organismo quali fumo, alcool o droghe. Per guarire da questa condizione è necessario limitare al massimo o addirittura astenersi dall’uso di queste sostanze.

Prestiamo inoltre attenzione ai rapidi cambiamenti di colore della nostra lingua che da bianca potrebbe improvvisamente arrossarsi o ricoprirsi di piccoli puntini rossi assumendo il tipico aspetto detto “lingua a fragola” o “lingua a lampone”.

In quest’ultimo caso potrebbe interessarti il nostro articolo di approfondimento in merito: Puntini Rossi Sulla Lingua: cosa sono e da cosa dipendono

Cosa Fare in Caso di Lingua Bianca

Come abbiamo già detto, la prima cosa da fare è innanzitutto quella di recarsi dal proprio medico o dal dentista di fiducia per capire se la lingua bianca dipende da una reazione normale o costituisce un segno clinico dovuto a patologie generali dell’organismo.

Vediamo ora quali sono gli accorgimenti da adottare a casa in modo da eliminare il problema della lingua bianca:

Assicuriamoci innanzitutto di bere abbastanza: lingua bianca è infatti spesso dovuta alla disidratazione, assicuriamoci quindi di bere a sufficienza e se possibile facciamo uso di chewingum in modo da promuovere la salivazione.

Evitiamo l’uso di sostanze ricche di perossido di idrogeno (alcuni collutori e le strisce sbiancanti contengono infatti questa sostanza). Il perossido di idrogeno, che è la sostanza attiva contenuta nell’acqua ossigenata, tende infatti a far sbiancare la lingua.

Curiamo l’igiene orale pulendo bene il dorso della lingua.

Alcuni spazzolini sono dotati di particolari supporti studiati appositamente per la pulizia della lingua, in alternativa è possibile acquistare un pulisci lingua.

Hai bisogno di scegliere lo spazzolino da denti? Leggi la nostra guida: Scegliere lo spazzolino elettrico o manuale

Curare eventuali condizioni che non permettono una corretta respirazione nasale. Quando infatti ci sono particolari condizioni che favoriscono una respirazione orale (riniti croniche o presenza di un morso aperto) è più facile che tutta la cavità orale si disidrati e si favorisca l’insorgenza della lingua bianca.

Iniziamo una integrazione di un multivitaminico. Dato che la lingua bianca è spesso dovuta a carenze nutrizionali, iniziare una supplementazione di vitamine del gruppo A e B può risultare completamente risolutivo.


Faq: Domande frequenti sulla lingua bianca

Da cosa dipende la lingua bianca?

La lingua bianca può dipendere anche da un semplice fatto di disidratazione, soprattutto in periodi caldi o mesi estivi. Anche la bocca secca, farmaci (come gli antibiotici), fumo, alcol e droghe possono causare la lingua bianca. Una alimentazione sbagliata può provocare disordini intestinali che possono incidere sulla salute e sul colore del cavo orale.

Come rimuovere la patina bianca dalla lingua?

Quando ci troviamo con la lingua bianca la cosa migliore da fare è andare dal proprio medico o dal proprio dentista di fiducia.

Un consiglio è quello di pulire delicatamente la lingua strofinandola delicatamente con lo spazzolino da denti con un pò di bicarbonato e eseguendo degli sciacqui 2 volte al giorno con collutorio o acqua e bicarbonato (un bicchiere di acqua tiepida e mezzo cucchiaino di bicarbonato sciolto)

Cosa fare quando i bambini hanno la lingua bianca?

Molto spesso la lingua bianca nei bambini è sintomo di una scarsa e poco accurata igiene orale oppure una reazione a del collutorio contenete perossido di idrogeno.

Cosa prendere per la lingua bianca?

Il bicarbonato di sodio è sicuramente consigliato.

Potete sciogliere mezzo cucchiaino di bicarbonato in un bicchiere di acqua tiepida e fare 2/3 sciacqui al giorno.

Potete mettere il bicarbonato direttamente sullo spazzolino e delicatamente pulire la lingua con dei movimenti dall’interno verso l’esterno.